Seguici sui social più usati    facebook like facebook google plus google communities youtube twitter linkedin       
Animali domestici che passione! PDF Email Visite: 1602

Animali domestici che passione caniPer cibo e benessere non badiamo a spese

Nel Bel Paese 14 milioni di italiani hanno animali da compagnia in casa. Cresce l’amore per cani, gatti, pesci, roditori e tanti altri piccoli e grandi amici e il mercato del ‘pet’ registra ogni anno un nuovo trend positivo.

Infatti noi Italiani non rinunciamo, anche in momenti di apparente crisi, a coccolare i nostri amati animali domestici che a tutti gli effetti consideriamo membri della famiglia. Fa parte ormai della nostra quotidianità prenderci cura della loro igiene e del loro benessere e per renderli sani e felici spendiamo sempre di più.

Scegliamo spesso alimenti premium che consentono regimi nutrizionali equilibrati, ci curiamo della loro igiene con shampoo, spazzole, ossi masticabili per dentizione, li portiamo periodicamente a visite veterinarie, lavaggi e toilettature, acquistiamo loro simpatici accessori e vestitini all’ultima moda. Anche il trend di spesa per beauty farm e spa per gli amici a quattro zampe è in continua crescita.

Ci sono centri molto frequentati dai VIP che offrono vere e proprie palestre e piscine per tenerli in forma, ma anche parrucchieri, manicure e pedicure; per non parlare poi delle lezioni di yoga delle sedute dallo psicoanalista veterinario.


Animali domestici che passione Image 170Benessere di cani e gatti

Animali domestici che passioneL’obesità è una patologia che ha raggiunto proporzioni notevoli anche negli animali domestici. In Italia, il 46% dei gatti e il 36% dei cani è in sovrappeso.Una delle cause è rappresentata dalla sovralimentazione. Il proprietario medio, molto premurosamente, spesso preferisce eccedere nella razione convinto di farlo più contento e di fargli anche del bene per la salute, specialmente se si tratta di un cucciolo.Queste lodevoli intenzioni spesso producono viceversa risultati molto diversi da quelli attesi, sovrappeso o patologie anche gravi, in funzione dell’età.

Come riconoscere le eventuali abitudini che potrebbero incidere sulla tendenza al sovrappeso del proprio cane o gatto?
Un aiuto arriva dalla Royal Canin con la campagna “#Informainsieme, l’amore è calore non calorie”. L’eccessiva alimentazione è una delle principali cause associate al sovrappeso. Tuttavia, le cattive abitudini alimentari, possono essere anche la conseguenza di fattori comportamentali e ambientali come ad esempio la noia, la tendenza dell’animale a ricercare l’attenzione del proprietario chiedendo cibo anche quando non lo necessita, la scarsa disponibilità di spazio (o di tempo da parte del proprietario) per condurre un’efficace attività fisica. Per questo diventa fondamentale sensibilizzare i proprietari affinché siano consapevoli di quanto i loro comportamenti possano incidere sul benessere dei loro amici a quattro zampe” afferma Flavio Morchi, medico veterinario e direttore della comunicazione scientifica di Royal Canin Italia. Su tutto il territorio nazionale sono state organizzate in collaborazione con i medici veterinari le Slim Class: incontri di gruppo che hanno proprio lo scopo di fornire ai proprietari di gatti e cani gli strumenti per riconoscere l’obesità del proprio pet, e le strategie comportamentali da adottare durante il periodo di dimagrimento. Per maggiori informazioni sulle date delle Slim Class: http://royalcanin.it/informainsieme/
Animali domestici che passione Image 177Inoltre nella sezione dedicata del sito, è possibile fare il quiz e scoprire eventuali consuetudini comportamentali legate ad abitudini nutrizionali errate del nostro cane o gatto.

 

Animali domestici che passione pagina 2

L'alimentazione del gatto

Le nozioni base del metabolismo per il suo fabbisogno energetico e nutrizionale
Per alimentare correttamente il proprio gatto mantenerlo sempre in gran forma è necessario conoscere alcune nozioni di base sul suo metabolismo. Il gatto rimane un carnivoro stretto, cioè, a differenza del cane, le sue fonti principali di nutrimento sono le proteine di origine animale. Per creare un’alimentazione completa per il vostro gatto gli alimenti indispensabili sono: proteine, grassi (acido arachidonico e linoleico), minerali e vitamine. Le principali fonti di questi elementi sono riportate di seguito

FONTI DI ALTA QUALITA’  PROTEINE uova, carne, latte, pesce GRASSI
FABBISOGNO MIN. GIORNALIERO 9 GR. acido linoleico 175 mg. - acido arachidonico 70 mg.

 

L’altro fattore indispensabile per calibrare la vostra razione è sapere quante chilocalorie/energia è opportuno per i pasti giornalieri del vostro gatto. In questa seconda tabella sono riportati i dati del CNR americano a riguardo risultati della collaborazione delle principali università americane e del Centro di Waltham specializzato per la cura e l’alimentazione degli animali domestici.

Dallo svezzamento a 70 gg. 250 kcal Gatto adulto 70 - 80 Kcal Gravidanza 2° mese 100 Kcal
Da 5 a 7 mesi 130 Kcal Gravidanza 1° mese 70 - 80 Kcal Allattamento 250 Kcal

 

In tabella III sono infine riportati i contenuti calorici di un etto delle principali sostanze alimentari utili al gatto. In questo modo potrete effettuare il calcolo dell’ energia da fornire con i pasti. L’ideale è bilanciare anche la giusta quantità tra proteine, grassi, minerali e vitamine.

Carne vitello 109 Kcal Manzo 123 Kcal Coniglio 124 Kcal Latte 65 Kcal
Pollo 121 Kcal Agnello 162 Kcal Pesce 120 - 160 Kcal  

 

I principali errori nell’alimentazione portano ad un apporto sbilanciato di vari elementi.

Somministrazione eccessiva di vitamina A, vitamina D, calcio e fosforo.  Somministrare solo carne, fegato o rene: sono poveri di calcio e troppo ricchi di fosforo. Somministrare pesce crudo:contiene un enzima che distrugge la vitamina B.
Somministrare latte in caso di diarrea. II fegato è troppo ricco di vitamina A e può essere tossico. Somministrare l'albume delle uova crudo: contiene un'antivitamina.


Per ovviare a questi inconvenienti vi consigliamo di rivolgervi sempre ad un veterinario esperto in nutrizione del gatto e di utilizzare alimenti pre- confezionati, prodotto da aziende di provata serietà ed esperienza. In etichetta troverete l’analisi tipica che indica il bilanciamento corretto di tutti gli elementi ed i dosaggi medi da usare saranno di 100 gr./kg. di peso del gatto. In?ne desideriamo ricordarvi l’importanza dell’acqua. II gatto non è un grande bevitore per cui vi consigliamo di non alimentarlo esclusivamente con alimenti secchi preferendo invece un’alimentazione con almeno uno dei due pasti umidi. Inoltre il contenuto calorico del cibo secco e 5 volte quello di un cibo umido.

Per saperne di più : Federazione Italiana Associazioni Feline www.fiafonline.it

Animali domestici che passione pagina 3

 


Visto su Destinazione Benessere 10

DestinazioneBenessere10 P39

 

DestinazioneBenessere10 250Clicca per aprire e scaricare in PDF il Magazine Destinazione Benessere 10

Clicca per sfogliare in flash player il Magazine Destinazione Benessere 10

Desideri una copia della rivista? Contattaci

GUARDA ANCHE
Scopri tutti i numeri del magazine

ORGANIZZI UN EVENTO
Utilizza i nostri canali di diffusione per promuoverlo

SEI UN OPERATORE DEL BENESSERE
Ti piace scrivere? Puoi pubblicare i tuoi articoli nella speciale rubrica dedicata “Consigli degli Esperti”

 

Seguici sui social più comuni    facebook like facebook google plus google communities youtube twitter linkedin