Seguici sui social più usati    facebook like facebook google plus google communities youtube twitter linkedin       
I benefici dei massaggi PDF Email Visite: 28945

Rilassante o curativo, sportivo o estetico, oggi esistono infinite tecniche e specializzazioni

3120394 m

Fin dall’antichità il massaggio è stato uno dei primi e più spontanei metodi utilizzati dall’uomo; pur senza possedere conoscenze scientifiche, per evocare profondi mutamenti a livello sia fisico sia mentale.

In Oriente, inoltre, è una vera e propria cultura ed è proprio da lì che provengono i metodi più conosciuti ed utilizzati.

Oggigiorno, il massaggio è di “gran moda” poiché nel giro di 30-60 minuti riesce a liberare una persona dallo stress quotidiano dovuto al lavoro, alla vita familiare, al tran-tran cittadino.

Le “virtù” del massaggio sono innumerevoli. Il primo effetto è di tipo psicologico. Esso esalta, infatti, la percezione del proprio corpo, stimolando la circolazione del sangue, la dilatazione dei vasi, lo sprigionamento di calore ed energia. Inoltre, il corpo, grazie al massaggio, libera endorfine, che ristabiliscono un certo equilibrio nell’organismo, bloccando i processi degenerativi.

6758113 l

Il massaggio è in grado di influenzare tutto il nostro corpo umano, riattiva l’energia fisica e mentale e migliora il generale funzionamento dell’organismo e l’elasticità della pelle consentendo al nostro organismo di rigenerarsi.

Per effettuare un massaggio, è necessario un ambiente tranquillo e riscaldato, che metta chiunque a proprio agio. I centri estetici e benessere più moderni hanno infatti delle vere e proprie oasi di benessere con zone relax e cabine in cromo e aromoterapia, dove offrono una vasta gamma di sevizi mirati al  benessere, all’estetica e al dimagrimento, oltre che per rilassare mente e corpo.

I migliori percorsi sono quelli “Tailor made”, dove i programmi vengono ad essere sartoriali in base alla persona e ai risultati che si intendono raggiungere.

Il massaggio deve essere eseguito esclusivamente da personale altamente specializzato  e l’ideale e che tra massaggiatore e fruitore si instauri un rapporto particolare in modo che la tranquillità, il relax ed il benessere riescano a trasmettersi reciprocamente.

Vediamo insieme i vari tipi di massaggio più diffusi

 

7534740 m

Il massaggio ayurvedico, appartiene alla tradizione della “scienza della vita”, l’Ayurveda, la più antica medicina nata in India più di 3.000 anni fa, dove alla base vi è la visione olistica dell’uomo: corpo e mente sono un’unità indissolubile. Il massaggio Ayurvedico migliora la circolazione sanguigna e linfatica, svolge un’azione benefica sulla colonna vertebrale, tonifica i muscoli, influenza positivamente lo stato psichico della persona. Agisce sui livelli ormonali, agevola l’eliminazione delle tossine, allenta la tensione e i disturbi a essa collegati: ansia, nervosismo, insonnia, emicrania, stanchezza, digestione difficile.Viene eseguito in un ambiente caldo, calmo, illuminato da una luce tenue; il massaggiatore può provvedere alla diffusione di incensi ed essenze profumate. Talvolta si usano musiche rilassanti e mantra indiani che distendono la mente. Possono essere necessarie due persone per effettuare questo massaggio perché va massaggiata ogni parte del corpo a lungo con oli particolari che migliorano il tono cutaneo.

2733468 m

Il linfodrenaggio, e' un tipo di massaggio largamente diffuso creato dal medico danese Emil Vodder, ed ha il fondamentale compito di riattivare la circolazione sanguigna. Può essere applicato in tutte le zone del corpo incluso il viso e viene eseguito con movimenti di pressione e depressione lenti e ritmici delle dita delle mani. Realizza un movimento che segue il percorso della linfa un liquido che nasce dal sangue e percorre ogni distretto corporeo con un preciso compito depurativo. Avendo anche un effetto estetico, è quello prediletto dalle donne. Dove c’è una stasi della circolazione linfatica, infatti, si formano cuscinetti e rigonfiamenti antiestetici. È l’ideale per combattere la cellulite perché migliora la microcircolazione, ha un effetto rigenerante grazie agli effetti sulla circolazione linfatica, contrasta edemi, infiammazioni ed aiuta la cicatrizzazione delle ulcere cutanee.

3120394 m

Il massaggio shiatsu, è un metodo di digitopressione giapponese, ed è forse il tipo di massaggio più famoso; Letteralmente significa "pressione" (atsu), che viene effettuata con le dita (shi), le mani, i gomiti e le ginocchia su determinati punti (tsubo) per riequilibrare l'energia (ki) lungo i meridiani. Come per il massaggio ayurvedico, anche il massaggio shiatsu trae la sua forza dal fatto che si tratta anche di una filosofia di vita. È un massaggio ideale per riportare il benessere psicofisico, ha buoni effetti sui sintomi tipici della depressione, ma riesce anche a combattere patologie quali artrite, emicrania, sciatica, mal di schiena, ansia e stress. Particolarmente consigliato in gravidanza la versione “acquatica".

Il massaggio bioenergetico, creato dallo psicoterapeuta Lowen, è una tecnica curativa che cerca di ristabilire l’equilibrio individuando le parti del corpo bloccate o tese e i punti carenti di energia ed agendo su di essi. I massaggi vengono eseguiti “su misura”, in quanto tiene conto della tipologia fisica della persona e del carattere che di deduce sulla base di un’ipotesi diagnostica di lettura corporea di tipo bioenergetico, prendendo in considerazione le 5 strutture caratteriali: cerebrale, dominante, compressa, dipendente e rigida. Il massaggio viene sincronizzato al respiro in modo che si possa meglio rendersi conto della propria realtà corporea. Questo tipo di massaggio rende la persona malleabile ed agisce fondamentale come rigenerante caratteriale e psicologico.

6974277 mStone Massage, recentemente tornato in auge grazie alla riscoperta delle beauty farm americane, che lo hanno poi rilanciato in tutto il mondo, letteralmente significa "massaggio con le pietre" e si può far risalire a due tradizioni: quella ayurvedica e quella degli indiani d’America, che per curarsi usavano spesso le pietre calde.  Fin dalla notte dei tempi, civiltà e culture millenarie si sono sempre affidate alle pietre per scopi medicinali e per riequilibrare chakra distonici o intervenire su vibrazioni di energia negativa. E il fuoco, e il calore in generale, sono da sempre preziosi alleati anche per fini terapeutici.. Consiste in un massaggio che tiene conto dei punti energetici e utilizza diversi tipi di pietre: nere di origine vulcanica che sono in grado di conservare a lungo il calore e di cederlo molto lentamente a contatto con la pelle, bianche pietre fredde come ad esempio il marmo e pietre marine o di fiume.  L’intenso potere che si sprigiona dalle pietre crea un’armonia e un flusso di energie positive che aiutano a raggiungere uno stato di calma o di meditazione, ripristinando la sintonia fra corpo e mente particolarmente indicato per i suoi effetti anche per difficoltà legate a crisi di ansia e panico...
Il massaggio con le pietre calde, riduce lo stress, le tensioni e la stanchezza, induce vasodilatazione, aumenta il metabolismo, migliora la circolazione, attenua le tensioni muscolari e favorisce l’eliminazione delle tossine. La stone therapy non vuole sostiuire il potere terapeutico delle mani, ma può essere usata per potenziare tutte le terapie corporee.
Abbinata al massaggio permette di ottenere in breve tempo notevoli risultati.

7641296 l

Il Massaggio Californiano, nato negli anni ‘70 nella città americana di S. Fransisco e' un tipo di massaggio molto dolce che riprende in pieno tutti i concetti orientali di massaggio, secondo cui, oltre all’aspetto fisiologico e materiale, i suoi effetti devono essere anche spirituali, atti quindi a riequilibrare sia la mente che il corpo. I movimenti sono lenti ma continui, circolari e ininterrotti, donando così una gradevole sensazione di protezione, serenità e pace interiore. Sortisce un effetto benefico sulla circolazione sanguigna e linfatica, facilita l'eliminazione delle tossine, aiuta nel trattamento di dolori articolari, muscolari e in quelli provocati da posture scorrette. Bisogna  anche aggiungere notevoli effetti positivi su problemi e malattie di origine psicosomatica come ad esempio mancanza di autostima, depressione, ansia, stress, attacchi di panico, ipertensione, bulimia, anoressia, insonnia, dipendenza da psicofarmaci,  fino ad arrivare al riequilibrio psicoenergetico. Nel restituire una maggiore consapevolezza del proprio corpo, regala momenti di profondo rilassamento, lasciando una piacevole sensazione di calma e serenità.

6666206 l

Il Massaggio Thai e' una pratica antica che nasce in India più di 2500 anni fa per opera del medico Indiano Javar Kumar Baccha, personale amico di Buddha. Prevede una combinazione di pressioni, digitopressioni e allungamenti; Viene eseguito a terra, sopra un comodo futon (speciale materasso giapponese di cotone pressato). Senza uso di particolari olii o creme, viene praticata una lenta e ritmica pressione sulle principali linee di scorrimento energetico (sen); prevede una combinazione di digitopressioni, immobilizzazioni e allungamenti; con questi ultimi si viene portati ad assumere passivamente le principali posizioni dell'Hata Yoga al fine di favorire la flessibilità e l'elasticità del corpo.L'azione simultanea delle manipolazioni e degli allungamenti rende questa tecnica particolarmente indicata per alleviare i disturbi da cervicale, contratture, dolori muscolari e articolari, emicrania e problemi circolatori. Secondo l’assioma per cui tutto ciò che giova al corpo reca benefici anche alla psiche, il massaggio thailandese può avere un grande effetto tranquillizzante e indurre un senso di ottimismo, incrementare il benessere generale e portare a vedere la vita in modo più positivo.

a cura di Paolo Russo
http://www.facebook.com/pr.paolorusso