Seguici sui social più usati    facebook like facebook google plus google communities youtube twitter linkedin       
Sport e benessere PDF Email Visite: 7936

7856088 mLa medicina riconosce senza ombra di dubbio che l'attività fisica svolge un ruolo importante nel garantire una buona salute.

Qual è l’approccio migliore? Chi non ha mai praticato con regolarità un’attività fisica o siappresta a iniziarla per la prima volta, si trova a dover valutare quale scegliere, come e quando allenarsi. Nell’impostazione del programma bisogna tener conto del basso livello di capacità fisico-motorie e di una ridotta motivazione al movimento perché sono spesso le cause principali del fallimento di qualsiasi proposta motoria.

La strategia migliore è un approccio graduale all’attività fisica, tanto più si è inesperti o con uno scarso livello di efficienza e di capacità motoria, maggiore è il tempo necessario per creare quegli adattamenti favorevoli all’esercizio fisico in grado di ottimizzare i risultati prodotti da una pratica regolare

Qual è lo sport più adatto per dimagrire? Nessuna attività si può definire dimagrante. Per perdere chili, infatti, è assolutamente consigliabile fare movimento, ma per quanto riguarda gli effetti sul peso corporeo, deve sempre essere messo in relazione il dispendio energetico con l’energia/calorie introdotta con l’alimentazione, in modo tale da realizzare un bilancio energetico negativo. Quindi per perdere peso è necessario avere un regime alimentare sano ed equilibrato da associare a un esercizio fisico praticato regolarmente, in modo tale da realizzare un bilancio energetico negativo. Quindi per perdere peso è necessario avere un regime alimentare sano ed equilibrato da associare a un esercizio fisico praticato regolarmente, in maniera tale da creare nel lungo periodo il deficit energetico necessario.

Quante calorie si possono bruciare con l'attività fisica?
Innanzitutto c’è da dire che soggetti con peso corporeo maggiore o minore consumeranno rispettivamente più o meno calorie. Un esercizio aerobico leggero-moderato (come il bowling, il golf o l’equitazione) favorisce un dispendio energetico inferiore alle 7 calorie/minuto. Invece per alcune attività come basket, ginnastica aerobica, calcio, tennis o pallavolo per i quali si spendono mediamente dalle 8 alle 12 calorie/minuto. Infine, per gli esercizi aerobici massimali (come praticare alcuni sport a livello competitivo o correre a 11-14 km orari) si raggiunge una spesa energetica che può superare anche le 13 calorie/minuto.

Tuttavia spesso si ha poco tempo da dedicare a se stessi e ciò impedisce di organizzare un programma "stabile" di attività fisica. Per questo abbiamo pensato di consigliarvi alcuni sport che possono essere praticati anche solo a livello amatoriale.

Il nuoto. E' uno sport che concilia come pochi altri il benessere corporeo con quello psicologico. Nuotare aiuta ad acquistare una condizione di salute invidiabile e, se praticato con costanza, diventa un vero e proprio elisir di lunga vita. Un allenamento regolare permette di ottenere un aumento significativo della massa magra e una riduzione di quella grassa. In alcuni casi si riscontrerà un aumento del peso corporeo, semplicemente perché a parità di volume il tessuto muscolare pesa di più di quello adiposo. Soprattutto se praticato durante infanzia e adolescenza, aiuta a sviluppare in modo armonioso e completo l'impalcatura ossea. La gabbia toracica tende a ingrandirsi, con un significativo miglioramento della capacità polmonare; si correggono inoltre le deviazioni della colonna vertebrale (in particolare la scoliosi) e grazie all'assenza virtuale della forza di gravità non si sovraccaricano le articolazioni. L'importante è scegliere lo stile giusto: quello "libero" con la testa fuori dell'acqua, è fatale per la schiena, o nuotare su un fianco è sconsigliato in caso di scoliosi. Il nuoto è anche particolarmente indicato per la riabilitazione a seguito di traumi e per la rieducazione articolare o per chi punta a combattere la cellulite e a dimagrire. Consente infatti di acquistare una silhouette da togliere il fiato come nessun tapis-roulant potrebbe fare.


3189963 mIl golf. Sembra che questo sport regali cinque anni di vita. Non è una boutade, ma la conclusione di uno studio serissimo del Karolinska Institutet. Perchè? «Il golf impone un esercizio a bassa intensità senza sforzi eccessivi, o limiti d'età, e costringe a camminare per quattro o cinque ore di fila, su una distanza di almeno 5/6 chilometri», spiega l'epidemiologo svedese Anders Ahlbom, che ha coordinato la ricerca. «Senza contare l'allenamento che si fa portando in spalla la pesante sacca coi ferri». E' noto infatti come l'attività sul green sia un vero toccasana per il nostro equilibrio psico-fisico e come si percorrano svariati chilometri per passare da una buca all’altra, quasi senza accorgersene. Ad esempio su un diciotto buche si coprono dai 7 ai 10 chilometri, quasi cinque ore di cammino! Una giornata di golf permette di bruciare circa 1.200/2.000 calorie migliorando la coordinazione, la percezione delle distanze, la precisione dei gesti e la tonicità muscolare. A guadagnarci sono il cuore, la pressione arteriosa, il metabolismo, oltre al girovita e ai pettorali. Se pensate di iniziare questo sport è meglio prendere delle lezioni individuali o di gruppo anziché lanciarsi da soli.


5106143 mL'equitazione. Alcuni lo definiscono “lo sport dell'anima”. L’equitazione è oggi in grande ascesa perchè favorisce il contatto con la natura e permette di stabilire un rapporto benefico e distensivo con i cavalli. E’ uno sport adatto a chi vuole davvero rilassarsi ed è praticato soprattutto per passione. E' lo sport perfetto per chi ama la natura e gli animali, per le persone stressate o addirittura depresse e per chi ama socializzare quando fa sport. Adatto a persone di qualsiasi età, anche anziani o chi, per problemi di salute, non può fare altri sport aerobici. E' invece controindicato per i cardiopatici, per le persone allergiche, per chi soffre di patologie della colonna vertebrale (scoliosi, ernia del disco, ecc.), per le donne gravide. Andare a cavallo stimola la prontezza di riflessi, migliora il senso di equilibrio, sottopone i muscoli ad un continuo stretching, soprattutto quelli delle gambe, delle braccia, del tronco e delle spalle. Una passeggiata a buona andatura di medio galoppo serve a mantenersi in forma, a dimagrire e a bruciare calorie. L’equitazione comporta un consumo calorico variabile secondo il tipo d’andatura del cavallo: al “passo” si bruciano circa 2,8 calorie l’ora per Kg di peso corporeo; al “trotto”, 4 calorie; al “galoppo” si raggiungono le 6,3 calorie l’ora per Kg di peso. Un altro aspetto molto stimolante di questo sport è il fatto che si possono fare le gare a qualsiasi età e a qualsiasi livello. Nei pressi di tutte le grandi città esistono maneggi e scuole di tutti i tipi e, a seconda delle vostre aspirazioni, potete scegliere un luogo più tradizionale o uno più rustico e tranquillo.

Nessuna attività si può definire dimagrante. Per perdere chili, infatti, è assolutamente consigliabile fare movimento, ma per quanto riguarda gli effetti sul peso corporeo, deve sempre essere messo in relazione il dispendio energetico con l’energia/calorie introdotta con l’alimentazione.