Seguici sui social più usati    facebook like facebook google plus google communities youtube twitter linkedin       
VIAGGIO IN ORIENTE con la filosofia I Ching PDF Email Visite: 6363

Ching foto monetineL' I CHING o YI JING (detto anche “Libro dei Mutamenti”), e' un testo sacro oracolare cinese ed e' ritenuto il primo dei testi classici sin dalla nascita dell'Impero Cinese (II sec. a.c.).

E' sopravvissuto alla distruzione delle biblioteche, operata dal “Primo Imperatore” Qin Shi Nuang Di.

La tradizione attribuisce il suo inizio, almeno nella sua prima stesura, al leggendario Imperatore Fu Hsi, vissuto probabilmente 5000 anni fa; Fu Hsi infatti ebbe la rivelazione degli 8 trigrammi (gùa) in modo soprannaturale.

Fu successivamente, circa 3000 anni fa, che il “Libro dei Mutamenti” fu completato dal saggio Re Wen e da suo figlio il Duca di Chou della Dinastia Zhou; cosicche' gli 8 trigrammi divennero i 64 esagrammi, che formano il libro sacro.

Infine, commentato e completato da Confucio, il “Libro dei Mutamenti” e' considerato libro di saggezza . Non si basa su nessuna credenza, nessuna religione, nessuna superstizione; all'interno di esso gli oracoli parlano di natura, animali ed essere umano, e' un insieme di dati psicologici che riguardano l'Umanita'.

E' utilizzato a livello “popolare” a scopo divinatorio, mentre dagli studiosi e' utilizzato per approfondire aspetti filosofici e psicologici in modo introspettivo.

Il Libro Sacro e' composto da 64 esagrammi, che a loro volta raccolgono 6 oracoli cadauno; il principio ispiratore degli esagrammi e' quello di rendere palese, in modo ovviamente simbolico, la configurazione del momento di una data situazione con le sue possibili evoluzioni e i consigli per far evolvere la situazione nel modo piu' propizio .

La data della sua prima entrata in Occidente e' stata il 1882 con l'inglese James Legge , ma non ebbe successo perche' la lettura ebbe poca comprensione ; poi, nel 1924 il tedesco Richard Wilhelm ne scrisse una versione piu' comprensibile all'Europa.

Egli apprese lo scritto da un saggio cinese che conobbe durante la prima guerra, ed anche la cultura cinese approvo' questa traduzione, quella che ancora troviamo in stampa (I King - Il Libro dei Mutamenti - Ed. Astrolabio).

Fu fondamentale pero', per la sua massima diffusione, l'introduzione al libro che fu scritta , nel 1948, da Carl Gustav Jung (psichiatra filosofo di fama).

Carl Gustav Jung, oltre che studiare la psiche umana, cercava il modo di definire quegli aspetti dell'inconscio non riconducibili alla storia individuale perche' collegati, essendo comuni, all'intera comunita'. Lo studio del meccanismo matematico in cui sono codificati i 64 esagrammi dell'I Ching lo aveva infatti portato a formulare il principio che connetteva avvenimenti di analogo contenuto significativo, manifestati in differenti momenti temporali, legati al principio di casualita' e non quello di causa ed effetto.

L'attuale metodo divinatorio con il quale si usa il Libro Sacro e' semplicemente “interrogarlo” ponendo delle domande chiare di qualsiasi tipologia; dopodiche' si lanciano le 3 monete per 6 volte e sincronicamente la risposta che avremo ci indichera' un unico esagramma, oppure due esagrammi con linee mutanti ; andremo successivamente a leggere nel libro ed interpretarne la risposta .

Ching foto Rosy logo numeriching
Rosy Barretta Facebook :Numeriching

 

Studiosa e
Consulente Filosofia I Ching 

Facebook: Numeriching
Email: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
Per consulti I Ching telefonici:
cell. +39 346 7206949