Seguici sui social più usati    facebook like facebook google plus google communities youtube twitter linkedin       
Il paradiso naturale di Khao Lak PDF Email Visite: 4474

Khao LakLasciarsi coinvolgere dalle meraviglie ed avvicinarsi allo spirito e la cultura Thai.

L’arcipelago e la baia di Phang nga, i Sea Gypsies a Koh Pagnee ed il mare tra l’azzurro e il verde che si apre a ridosso di una vegetazione primordiale. Un vero paradiso naturale, siamo in Thailandia a circa 70 chilometri a nord dell’isola thailandese più famosa nel mondo. Affacciata sull’Oceano Indiano troviamo il punto di partenza di questo itinerario: Khao Lak. E’ questa una zona che si estende sulla terraferma includendo il tratto di costa che sale a nord da Phuket verso la provincia di Ranong.

Khao Lak02Il balzo dalla “Perla delle Andamane” è breve ma sufficiente ad intrigare anche il turista più esigente: hotel esclusivi, Spa, ottimi ristoranti e riserve naturali. Non manca davvero nulla. Particolare non da poco: dietro al classico paradiso balneare c’è un mondo fatto di foresta pluviale, fauna selvaggia, cascate e specchi d’acqua.

Da scoprire ciondolando sul dorso di un elefante, a bordo di una long-tail boat o più semplicemente a piedi. La diversità dei gruppi etnici e delle influenze culturali all’interno e nei dintorni di Khao Lak, rende tutta la regione ricchissima di prodotti, da quelli agricoli a quelli ittici e naturalmente anche l’ottima cucina è varia e colorata.

Khao Lak03Khao Lak è stata una delle aree più colpite dallo Tsunami del 2004 ed oggi risulta straordinariamente e completamente ricostruita in ogni sua parte.

Come spesso accade dopo una grande tragedia si reagisce e si cerca di prevenire: da alcuni anni ormai è attivo un sistema di boe al largo della costa andamana in grado di percepire eventuali tsunami e di trasmettere in tempi rapidissimi sulla terraferma i dati raccolti.

Un sistema di sirene acustiche e segnali luminosi comunicano ad abitanti e villeggianti una possibile allerta, sono previsti dei punti di raccolta e vie di fuga, ogni resort ha un piano di evacuazione.

Khao Lak04

Bellissime e varie le spiagge, ognuna con un fascino che le rende speciali.

La principale è Ao Thong Beach (White Sand Beach). Non è solo la sabbia che la rende così gradevole; è una spiaggia molto tranquilla dove godere in tutta serenità delle calde e cristalline acque del Mar delle Andamane. Nang Thong Beach è la spiaggia e il centro turistico principale.
Khao Lak05In quest’area si trovano la maggior parte degli hotels e resort presenti a Khao Lak. Situata a nord di Laem Pakarang (17km da Nang Thong Beach), Pak Weep Beach rappresenta una delle ultime spiagge allo stato naturale della zona. Caratterizzata dalla vegetazione rigogliosa della Beach Forest, Pak Weep Beach garantisce una vacanza mare all’insegna del relax.

La spiaggia di Bansak è situata 4km a nord di Pak Weep Beach. Come quest’ultima, anche Bansak Beach offre una bella spiaggia, ideale per chi è alla ricerca di un soggiorno lontano dai maggiori centri turistici. A due passi dalle spiagge di Khao Lak si possono effettuare magnifiche escursioni ed esplorazioni, dal bamboo rafting al percorso a dorso d’elefante, dal trekking all’arrampicata su roccia. Vale la pena dedicare una mezza giornata alla visita della fitta foresta del Khao Lak Lam-Ru National Park, parco ricco di cascate e grotte. Oltre alla foresta pluviale si attraversano boschi di palme da cocco, banani ma soprattutto piantagioni di caucciù.

Khao Lak06

Alla sera, si può scegliere se passeggiare fra un mercatino e l’altro, oppure gustare deliziosi spiedini di pesce cucinati al momento ed assistere a piccoli spettacoli con musica dal vivo.

Khao Lak07

E’ questo uno dei modi più semplici di avvicinarsi allo spirito ed alla cultura thai. Non è un luogo particolarmente adatto a coloro che sono in cerca di discoteche e centri commerciali. Il mare e la natura circostante rappresentano le principali attrazioni.

Khao Lak08Ristorantini che servono pesce freschissimo, piccole Spa e sapienti terapisti pronti a garantire momenti di puro relax e coccole, negozi di abbigliamento, diving centers e mercatini completano l’offerta turistica.

Proprio sulla strada principale della cittadina, sulla destra, passato il terzo Seven Eleven (un minimarket che è un’istituzione in Thailandia), si trova un piccolo cartello che indica il percorso per giungere in un piccolissimo paradiso nel bel mezzo della giungla tropicale thailandese: le cascate di Ton Chongfa. La strada di accesso è asfaltata per tre o quattro chilometri, gli altri due sono un percorso di sabbia che è ancora possibile percorrere a motore, l’ultimo tratto di un chilometro, a partire dalla barriera deve essere fatto a piedi. È un susseguirsi di salite e discese nel mezzo della giungla ed è un percorso di trekking breve ma impegnativo. La ricompensa, però, è bellissima. La cascata di questo torrente che termina in un piccolo lago, è un piacere per i sensi. Il laghetto non è molto profondo e permette di fare il bagno in tutta tranquillità.

Altro luogo da non perdere e che consigliamo a tutti coloro che programmano un soggiorno a Khao Lak è la visita di ThaIkea, un laboratorio creato subito dopo lo tsunami che ha colpito la Thailandia spazzandone le coste, le case, le scuole, le barche e tutto quello che ha trovato sul suo cammino.

Un falegname svedese, ha deciso di aiutare a costruire case, mobili e barche per quelle famiglie che hanno perso tutto e ha creato questo laboratorio, dove i volontari di tutto il mondo hanno contribuito a costruire sedie, tavoli, armadi, mensole, porte, e tutto ciò che era necessario per la ricostruzione dopo la catastrofe.

Le materie prime, macchinari e infrastrutture provengono da donazioni. I lavori urgenti di ricostruzione sono finiti oramai da anni, ma non l’attività. Una piccola organizzazione chiamata Fun 4 Kids fabbrica altalene, scrivanie, librerie e quant’altro di cui hanno bisogno le scuole e gli orfanotrofi della zona. Le materie prime continuano ad arrivare grazie a donazioni e i volontari tagliano la legna, la lisciano, la dipingono e donano a scuole ed orfanotrofi il risultato del loro lavoro. Tutti sono invitati a prestare il loro supporto ed è sufficiente rinunciare a qualche ora di sole sulla spiaggia per vivere un’esperienza utile ed indimenticabile.

Khao Lak è anche una delle mete preferite dai subacquei, grazie alla vicinanza alle isole Similan e Surin, autentiche perle e tappe obbligate per gli appassionati di questo sport. L’ambiente subacqueo più bello e la vita marina più eclettica della barriera corallina della Thailandia sono di casa proprio qui!

Khao Lak09

Da un punto di vista amministrativo, Khao Lak interessa i distretti di Thai Muang e Takua Pa, entrambi in Provincia di Phang Nga. Nang Thong, Bang Niang e il villaggio di Khuk Khak sono i centri turistici principali. L’aeroporto Internazionale di Phuket è il più vicino, situato 76km dal centro di Khao Lak. La durata del volo da Bangkok è di circa 1 ora. Il trasferimento dura circa 90 minuti. Khao Lak ha un clima tipicamente tropicale, con un’escursione termica giornaliera piuttosto moderata. Situata lungo la costa occidentale della Thailandia del Sud (Mar delle Andamane), Khao Lak è soggetta al monsone occidentale nel periodo compreso da Maggio a Ottobre.

Khao Lak10Khao Lak11

In linea generale si possono distinguere 3 stagioni:

  • la stagione umida da Maggio a fine Ottobre (15-20 giorni piovosi al mese con temporali frequenti);
  • la stagione fresca da fine Novembre a Febbraio (temperature minime nell’ordine dei 20-21°C).
  • la stagione calda nei mesi di Marzo-Aprile-Maggio (temperature diurne nell’ordine dei 33-34°C)

La zona di Khao Lak è piena di meraviglie naturali: spiagge deserte, parchi nazionali verdeggianti, isole tropicali e cascate bellissime. Tutte queste bellezze naturali si trovano a breve distanza dalle molte opzioni di alloggio disponibili. Un viaggio in questa parte della Thailandia è una occasione unica per scoprire le meraviglie di questa zona.

Thai

Ente Nazionale per 
il Turismo Thailandese
Via Barberini 68 - 00187 Roma
Tel. 06 4214422/26 - fax 06 4873500
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
www.turismothailandese.it